Ucraina: Scholz, 'embargo su gas russo non metterebbe fine alla guerra'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Berlino, 27 apr. (Adnkronos) – "Non vedo affatto come un embargo sul gas porrebbe fine alla guerra. Se Putin fosse stato aperto ad argomenti economici, non avrebbe mai iniziato questa guerra folle". Lo ha dichiarato il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, in un'intervista a Der Spiegel pubblicata da 'La Stampa'. "Il punto è un altro, vogliamo evitare una crisi economica drammatica, la perdita di milioni di posti di lavoro e di fabbriche che non riaprirebbero più – ha proseguito Scholz – Questo avrebbe grandi conseguenze per il nostro Paese, e per tutta Europa, e avrebbe anche un grande impatto sul finanziamento della ricostruzione dell'Ucraina. Pertanto, è mia responsabilità dire che non possiamo permetterlo".

Nel corso dell'intervista Scholz ha auspicato un cessate il fuoco, sottolineando che "ci deve essere un accordo di pace che permetta all'Ucraina di difendersi autonomamente in futuro. Li equipaggeremo in modo che la loro sicurezza sia garantita. E siamo disponibili ad essere una potenza garante. Non ci sarà una pace dittatoriale, come Putin ha in mente da tempo".

L'obiettivo, ha indicato il cancelliere tedesco, è mettere fine alla "terribile sofferenza" che la Russia sta causando all'Ucraina, "senza creare però un'escalation incontrollabile che scateni un male incommensurabile in tutto il Continente, forse anche nel mondo intero".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli