Ucraina, scoperta una fossa comune nella città di Izyum: rinvenuti 440 cadaveri

Izyum
Izyum

La scorsa settimana, dopo mesi di occupazione da parte dei soldati russi, è stata finalmente liberata la città ucraina di Izyum, grazie ad un’inaspettata, ma efficace controffensiva. Nella giornata di giovedì 15 settembre, però, le autorità ucraine hanno dichiarato di aver portato alla luce una fossa comune con 440 cadaveri.

Ucraina, scoperta una fossa comune nella città di Izyum: rinvenuti 440 cadaveri

Nella città ucraina di Izyum, liberata da poco dall’occupazione dei soldati russi, è stata rinvenuta una fossa comune con 440 cadaveri. L’indiscrezione ha iniziato a circolare nella giornata di ieri, ed è stata confermata da diversi giornalisti. Al momento si è rivelato impossibile identificare i corpi, ma dalle prime ricostruzioni pare che molti di loro appartengono non solo a soldati, ma anche a civili. Tutte queste persone sono state uccise da colpi di arma da fuoco o colpi di artiglieria.

Il commento del capo della polizia locale

Il capo della polizia locale, Serhiy Bolvinov, ha spiegato che quella appena rinvenuta a Izyum è una delle fosse comuni più grandi mai rinvenute fino a questo momento in Ucraina. Lo stesso Volodymyr Zelensky l’ha paragonata ai famosi ritrovamenti di cadaveri della città di Bucha.