Ucraina: sindaco Leopoli all'Anci, 'chiedo aiuti per nostri feriti e riscaldamento'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Bergamo, 24 nov. (Adnkronos) – "Chiedo aiuti sia per i nostri feriti, che per l'energia: vi saremmo enormemente grati per questo. Accogliamo la vostra amicizia e vi ringrazio per il tempo che mi avete dedicato. Mi inchino davanti a voi per il fatto che avete aperto il vostro cuore ai cittadini ucraini". Lo ha detto il sindaco di Leopoli Andrij Sadovyj, intervenendo alla XXXIX Assemblea nazionale dell'Anci in corso a Bergamo.

"Ci sarebbero dovuti esser più sindaci, ma non sono riusciti a venire perché le città sono bombardate – ha detto ancora Sadovyj – Ho deciso di venire personalmente per ringraziare Gori (Giorgio, sindaco di Bergamo, ndr) e per stringergli la mano. Lo stesso abbraccio con il quale voi stessi avete offerto agli ucraini il vostro cuore. La nostra città è riuscita a resistere perché ogni cittadino ha accolto i suoi concittadini in casa sua come fossero parenti. E' esattamente lo stesso modo in cui voi aiutate gli ucraini, aiuto per il quale vi ringrazio enormente".

"Acquistiamo ogni giorno generatori elettrici per produrre energia – ha aggiunto il sindaco di Leopoli – Abbiamo organizzato mille punti di ristoro in città dove vengono messi a disposizione legna, vestiti, medicine e cibo. Se ogni città italiana potesse comprare uno o due generatori diesel, questo sarebbe di grande aiuto. Un altro aiuto importante sarebbero i sistemi di riabilitazione per le persone ferite, che hanno bisogno di poter vivere una vita normale".