Ucraina, stallo su campo di battaglia non è opzione per Kiev - Zelensky

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Kiev

(Reuters) - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato che Kiev non si accontenterà di uno stallo con la Russia sul campo di battaglia e che intende riprendere il controllo di tutto il territorio occupato da Mosca.

"Abbiamo già perso troppe persone per cedere semplicemente il nostro territorio", ha detto in un intervento in collegamento video durante un evento di FT Live, aggiungendo che una situazione di stallo "non è un'opzione" per Kiev.

"Dobbiamo arrivare a una completa liberazione dall'occupazione del nostro intero territorio", ha detto Zelensky.

In precedenza, Kiev ha comunicato che le forze russe hanno occupato circa il 20% del territorio ucraino, comprese le zone orientali e meridionali.

"Non umilieremo nessuno, risponderemo a tono", ha detto Zelensky, in risposta a una domanda sull'invito del presidente francese Emmanuel Macron a non "umiliare" la Russia, per mantenere aperta la porta per una soluzione diplomatica.

L'Ucraina si augura che le forniture occidentali di armi a lungo raggio, tra cui i sistemi missilistici di artiglieria HIMARS e M270 rispettivamente dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna, possano contribuire a far arretrare le truppe russe.

Zelensky ha anche detto di essere "molto felice" che il primo ministro britannico Boris Johnson, uno dei più fedeli alleati dell'Ucraina, sia sopravvissuto ieri a un voto di sfiducia da parte dei del suo partito conservatore al governo.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli