Ucraina: Ue, Usa e altri Paesi sostengono processo presunto genocidio contro Russia

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Kiev, 13 lug. (Adnkronos/Dpa/Europa Press) – Stati Uniti, Giappone, Canada, Nuova Zelanda e paesi dell'Unione Europea, come Spagna, Francia, Italia, Regno Unito o Germania, hanno ribadito il loro sostegno all'Ucraina all'avvio di un processo presso la Corte internazionale di giustizia contro la Russia per presunto genocidio i Ucraina durante la guerra.

"Prendiamo atto della dichiarazione pubblica del 1 luglio 2022, secondo la quale l'Ucraina ha annunciato di aver presentato la sua memoria alla Corte – hanno scritto in una dichiarazione congiunta – Accogliamo con favore, ancora una volta, gli sforzi dell'Ucraina per garantire il rispetto del diritto internazionale". Altri paesi firmatari che sostengono Kiev, e che indicano che la Russia "deve essere ritenuta responsabile delle sue azioni", sono, tra gli altri, Grecia, Malta, Islanda, Irlanda, Macedonia del Nord, Slovacchia, Slovenia, Croazia, Cipro, Albania, Bulgaria e Moldavia.

"Riteniamo che le violazioni del diritto internazionale da parte della Russia debbano metterla di fronte alla sua responsabilità internazionale e che le perdite e i danni subiti dall'Ucraina richiedono una riparazione completa e urgente", hanno sottolineato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli