Ucraina, un flusso costante di sfollati arriva a Zaporizhzhia

featured 1615584
featured 1615584

Zaporizhzhia (Ucraina), 31 mag. (askanews) – In Ucraina continuano le evacuazioni dai territori sotto controllo russo. Un flusso costante di sfollati arriva in un centro allestito nella città meridionale di Zaporizhzhia. Molti sono rimasti giorni interi per strada, in attesa ai posti di blocco prima di poter passare.

“Abbiamo aspettato tre giorni a Vasylivka, ad un posto di blocco russo – racconta Svetlana, da Volnovakha – grazie a Dio oggi siamo qui. Ora va tutto bene”. “Le domande erano del tipo: dove state andando? All’inizio quando ci hanno fermato sul ponte Antonovsky abbiamo detto che stavamo andando nella regione di Kherson per rilassarci – dice Andriy Moroz, da Kherson – poi abbiamo cambiato la nostra versione e abbiamo detto che stavamo andando a Zaporizhzhia. Il tipo di domande che ci venivano fatte è: dove lavorate o dove studiate? Avete fatto il servizio militare? O non l’avete fatto?”.

Arrivano decine di auto ogni giorno da diverse regioni, negli ultimi giorni molte anche da Mariupol. Non fuggono solo dai russi, ormai concentrati a Est, ma anche dalle città in rovina.

(Immagini Afptv)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli