Ucraina: Unterberger, 'Putin a tavolo negoziale solo aiutando resistenza'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 giu. (Adnkronos) – "Senza l’invio di armi non si arriverebbe alla pace ma alla capitolazione dell’Ucraina e alla vittoria della prevaricazione. Tutta questa discussione è semplicemente nociva. La questione non è nell’invio delle armi, anche perché l’Italia ne manda meno della Lettonia. Il problema è che tutti i tentativi di mediazione sono falliti perché Putin non ha intenzione di fermarsi. L’unico modo per portarlo a un tavolo è aiutare la resistenza ucraina ed impedire che altri Paesi diventino vittime del suo folle disegno imperialista". Lo ha affermato Julia Unterberger, capogruppo delle Autonomie, nella dichiarazione di voto sulle risoluzioni dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio, Mario Draghi.

"Dovremmo tutti capire -ha aggiunto- che la posta in gioco non sono i sondaggi o le prossime elezioni, ma la difesa dei valori e della civiltà europea. È significativo che chi indossa la maglietta della pace dopo aver detto per una vita di voler armare benzinai e farmacisti, non raccolga consensi. Il Paese chiede alla politica coerenza tra le parole e le azioni e un Governo che agisce in base alle convinzioni e non alle convenienze. Draghi vada avanti su questa linea. Da noi autonomisti il massimo e più convinto sostegno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli