Ucraina, Usa: altri 700 mln di aiuti e ritorno diplomatici a Kiev

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 apr. (askanews) - Gli Usa invieranno altri 300 milioni di dollari di aiuti militari all'Ucraina e 400 milioni ad altri Paesi dell'Europa dell'Est, dell'Europa centrale e dei Balcani. Lo hanno annunciato il segretario di stato Antony Blinken e il segretario alla difesa Lloyd Austin nei colloqui a Kiev con il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky. Approvata inoltre una vendita di munizioni per 165 milioni di dollari. In questo modo arriva a circa 3,7 miliardi di dollari il valorfe delsostegno militare fornito dagli Usa dall'inizio dell'invasione russa. A riferirlo è un funzionario statunitense, le cui parole sono riportate da diversi media tra cui The Guardian.

Inoltre i diplomatici statunitensi si stanno preaprando per tornare a Kiev, oltre due mesi dopo aver abbandonato l'ambasciata nella capitale di Kiev quasi due settimane prima dell'invasione del 24 febbraio, spostando alcune funzioni nella città occidentale di Leopoli prima di trasferirsi infine in Polonia.

Lo stesso funzionario ha anche affermato che Joe Biden lunedì nominerà formalmente Bridget Brink come ambasciatrice degli Stati Uniti in Ucraina, un posto che era rimasto vacante per più di due anni. Brink, un ufficiale del servizio estero in carriera, è ambasciatore degli Stati Uniti in Slovacchia dal 2019 e in precedenza ha ricoperto incarichi in Serbia, Cipro, Georgia e Uzbekistan, nonché con il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca. Il posto richiede la conferma da parte del Senato degli Stati Uniti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli