Ucraina, USA: “Russia ha mentito all’ONU”. Zelensky: “Ad Azovstal un inferno”

Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina

Mentre nell’acciaieria Azovstal si continua a combattere e gli ucraini rifiutano di arrendersi, gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di aver mentito al Consiglio di Sicurezza dell’ONU “tramite una serie di teorie cospirazioniste e disinformazione con falsità ridicole”.

Guterres: “Inferno a Mariupol”

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha definito la zona di guerra di Mariupol un “inferno“. La scorsa settimana, l’Onu e il Comitato internazionale della Croce Rossa hanno finora aiutato quasi 500 civili a fuggire dall’area dell’acciaieria di Azovstal nella città portuale. Una terza operazione dell’Onu per l’evacuazione di civili da Mariupol è iniziata nelle ultime ore.

Zelensky: “Tanti bambini ad Avozstal”

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze russe stanno continuando a bombardare l’acciaieria Azovstal anche se i civili devono ancora essere evacuati. Dopo aver paragonato la situazione nel grande impianto siderurgico di Mariupol all’inferno, ha dichiarato che all’interno ci sono ancora donne e tanti bambini.

USA: “Russia ha mentito all’ONU”

L’ambasciatrice americana all’Onu Linda Thomas-Greenfield ha dichiarato che non ci sono segnali che la guerra della Russia contro l’Ucraina si stia attenuando. “La Russia può aver abbandonato il piano di conquistare Kiev ma continua a terrorizzare i cittadini ucraini. Ha violato la Carta dell’Onu, ignorato l’appello globale alla fine della guerra e mentito al Consiglio di sicurezza dell’Onu più volte tramite una serie di teorie cospirazioniste e disinformazione con falsità ridicole“, ha aggiunto.

USA: “Leadership italiana apprezzata”

La portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki si è espressa sulla visita di Mario Draghi a Washington prevista per la prossima settimana: “É importante che molti paesi abbiano preso decisioni dure con la Russia, l’Italia è uno di questi. Abbiamo apprezzato la leadership di Roma e i passi che ha compiuto contro Putin“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli