Ucraina, verso nuovo decreto su invio armi. Ipotesi viaggio Draghi a Kiev

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - Si va verso un nuovo decreto per l’invio di armi a Kiev. Nessun decreto interministeriale (Esteri-Difesa), dunque, ma un nuovo passaggio in Consiglio dei ministri - già la prossima settimana o al più tardi quella successiva - per decidere nuovi stanziamenti per ulteriori forniture militari in sostegno all’Ucraina. Nulla è ancora deciso su impegno economico e tipo di forniture.

Dunque nessun invio di armi pesanti è attualmente sul tavolo - tiene a puntualizzare chi è vicino al dossier - perché una lista ancora non c’è. Ma la direzione del governo sembra essere quella di nuovi aiuti, anche militari, a Kiev. E questo nonostante la scelta possa generare nuove fratture nella maggioranza, soprattutto sul fronte M5S. Le stesse fonti spiegano che il premier Mario Draghi sta valutando una visita a Kiev: una data ancora non c’è, ma l’idea di volare in Ucraina è concreta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli