Ucraina: vice sindaco, 'senza Azovstal Russia non può dire di aver conquistato Mariupol'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 apr. (Adnkronos) – “Finché Azovstal non sarà presa, i russi non potranno dire di aver conquistato Mariupol”. Lo ha detto il vice sindaco della città ucraina Sergey Orlov a ‘Mezz’ora in più’ di Lucia Annunziata, dove ha ribadito che è “molto importante continuare nello sforzo di ‘sbloccare’ l’assedio russo all’acciaieria, dove molti civili hanno trovato rifugio, nella maggior parte dei casi dipendenti della fabbrica che hanno visto distrutte le loro case lì vicino. Per le truppe russe – ha aggiunto – è impossibile riuscire ad entrare in un complesso di 11 chilometri quadrati che l’esercito ucraino continua a difendere”.

“Ci sono stati 21mila civili uccisi dai russi a Mariupol – ha detto ancora il vice sindaco – Abbiamo trovato due grandi fosse comuni con 3000 persone: cifre molto più grandi di Bucha. La resistenza dei difensori ucraini ha avuto la meglio su molti soldati russi. 2-3mila di loro sono stati uccisi a Mariupol”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli