Ucraina: Waszczykowski (Ecr), 'non è guerra di Putin, è guerra russa'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Bruxelles, 20 apr. (Adnkronos) – Quella in corso in Ucraina "è una guerra russa. Anche se in alcune capitali sentiamo dire che è la guerra di Putin, è una guerra russa. L'aggressione all'Ucraina è sostenuta da oltre l'80% dei russi". Lo sottolinea Witold Jan Waszczykowski, eurodeputato polacco del gruppo Ecr che presiede la delegazione del Parlamento Europeo al comitato parlamentare di associazione Ue-Ucraina, responsabile delle relazioni con la Rada, il Parlamento ucraino. "Quindi – continua intervenendo in commissione Esteri a Bruxelles – dovremmo coprire con queste sanzioni una gran parte della società".

Per Waszczykowski, i russi "devono capire e pagare il prezzo per il loro sostegno a questa aggressione. Dobbiamo escluderli da qualsiasi attività in questa parte del mondo. Alcune settimane fa ho potuto vedere la situazione a Strasburgo e ho visto centinaia di russi divertirsi nel cuore dell'Europa. Non so perché. Sento anche da polacchi che sono andati in luoghi di villeggiatura come Cipro e altri che centinaia, forse migliaia di russi, si divertono in Europa. Non so perché succeda: credo che dovremmo escluderli da qualsiasi tipo di attività nella nostra parte del mondo".

A livello Ue, continua Waszczykoswki, "stiamo lavorando al sesto pacchetto di sanzioni, perché i primi cinque non hanno funzionato, non sono stati sufficienti a fermare l'aggressione della Russia all'Ucraina. Dovremmo coprire tutte le banche russe, impedendo loro di partecipare al sistema Swift e dovremmo impedire alla Russia di vendere gas e soprattutto petrolio", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli