Ucraina, Zelensky annuncia epurazione responsabile sicurezza a Kharkiv

L'avanzata russa continua inesorabile in Donbas, con la copertura del continuo fuoco dell'artiglieria russa.

Il presidente ucraino Zelensky continua a chiedere ulteriori forniture di missili a lunga gittata per respingere gli attacchi sull'area di Severodonetsk.

Zelensky si è recato in visita alle truppe al fronte nella città di Kharkiv e ha ammesso che "le condizioni nel Donbass sono indescrivibilmente difficili"

Nella sua visita alle prime linee a Kharkiv, il presidente ucraino ha inoltre annunciato un'epurazione ad alti livelli nella regione, vicinissima al confine russo e per questo martoriata da piogge di missili nelle prime settimane di guerra.

"Ho licenziato il capo del Servizio di sicurezza ucraino della regione - ha annunciato domenica in un videomessaggio -  per il fatto che non ha lavorato alla difesa della città fin dai primi giorni della guerra totale, ma ha pensato solo a se stesso. Per quali motivi? Lo scopriranno le forze dell'ordine".

Più a nord, nella regione di Kiev, la priorità ora è la ricostruzione delle abitazioni andate distrutte: secondo le stime, oltre la metà dei due milioni di abitanti della zona sono sfollati a causa dei bombardamenti.

Proprio a Kiev andrà oltre un terzo dei 32 milioni di euro messi a bilancio dal governo per riedificare le yone danneggiate o distrutte.

Intanto, sfollati proveninenti dall'est del paese continuano a confliuire nelle regioni ora temporaneamente al sicuro dai bombardamenti, spesso a bordo di treni umanitari come quello noleggiato da Medici Senza Frontiere,  che dispone perfino di unità interne di terapia intensiva, e che dal 31 marzo ha aiutato a evacuare a evacuare circa 600 persone.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli