Ucraina, Zelensky: battaglione Azov fa parte dell’esercito

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 mag. (askanews) - Il battaglione Azov fa parte della Guardia nazionale dell'esercito ucraino e non ha niente a che vedere con la politica. Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nell'intervista rilasciata all'emittente greca ERT e riportata dall'agenzia Interfax-Ucraina.

Alla domanda sulle accuse di neonazismo rivolte al battaglione Azov, Zelensky ha risposto che quando "nel 2014 le squadre di volontari difendevano il Paese, molti dei loro appelli erano piuttosto radicali contro la Federazione Russa. Erano volontari ed era il loro punto di vista personale".

"Il battaglione Azov non è una forza di volontari, ma fa parte della Guardia nazionale. Sono l'esercito ufficiale del nostro Stato. Quelli che volevano impegnarsi nella politica, si sono impegnati nella politica. Coloro che hanno deciso di entrare nelle Forze armate dell'Ucraina sono diventati parte delle Forze armate ucraine", ha detto il presidente.

Zelensky ha quindi aggiunto di "monitorare molto da vicino" manifestazioni di estremismo nel paese, precisando che di "appelli al radicalismo, credo, ce ne siano pochissimi nel nostro Paese rispetto a molti Stati nel mondo".

"Noi crediamo che sia nazismo quello che l'esercito russo sta facendo nel nostro paese", ha aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli