Ucraina, Zelensky avverte: "Sarà l'inverno più difficile di sempre"

(Adnkronos) - Per l'Ucraina quello che verrà sarà "l'inverno più difficile". Il presidente Volodymyr Zelensky ha dato notizia di una riunione in cui si è parlato "dell'acquisto di una quantità sufficiente di gas" per la prossima stagione e della produzione di energia elettrica, con la necessità di riparare le centrali termiche ed elettriche danneggiate o distrutte in più di 100 giorni dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina. "Nella situazione attuale, a causa dell'aggressione russa, quello che verrà sarà l'inverno più difficile di tutti" e "non venderemo il nostro gas e il nostro carbone all'estero" perché "tutta la produzione sarà destinata alla domanda interna per i nostri cittadini", ha detto Zelensky nel messaggio diffuso nelle ultime ore dalla presidenza ucraina, in cui ha affermato che "il governo sta creando un quartier generale" per la gestione delle esigenze per il prossimo inverno. "Stiamo facendo tutto il possibile - ha affermato - per aumentare le nostre capacità di esportazione di energia elettrica".

Zelensky ha anche confermato di aver avuto "una riunione sulla comunicazione con l'Unione Europea e i singoli Stati sulla nostra domanda e sullo status di Paese candidato". "L'attività diplomatica in questa direzione non si ferma neanche per un giorno - ha proseguito - Lo staff del ministero degli Esteri, i nostri diplomatici, lo staff del governo in generale, tutti lavorano per arrivare già a giugno a una decisione storica, che tutti ci aspettiamo". L'Ucraina, ha affermato, "ha fatto tutto, assolutamente tutto il lavoro necessario per questo" e "la palla è nel campo delle strutture europee, dei Paesi europei".

"Il libro dei carnefici". Passati più di 100 giorni dall'invasione della Russia in Ucraina, Zelensky ha annunciato che "la prossima settimana, è previsto il lancio di un 'Libro dei carnefici' speciale, un sistema informatico che raccoglie dati confermati su criminali di guerra e criminali dell'esercito russo". "Ho ribadito più volte che saranno tutti chiamati a rispondere delle loro azioni", ha detto nel discorso diffuso nelle ultime ore dalla presidenza ucraina, aggiungendo che "ci stiamo avvicinando a questo obiettivo passo dopo passo", mentre - secondo Zelensky - "più di 31.000 soldati russi sono morti in Ucraina" dal 24 febbraio scorso, quasi "300 vite al giorno per una guerra assolutamente senza senso" e, "arriverà il giorno in cui il numero di perdite, anche per la Russia, supererà il limite tollerato".

Sul "Libro dei carnefici", Zelensky ha detto che si tratta "di fatti circostanziati riguardo persone precise che sono colpevoli di crimini violenti specifici contro gli ucraini". Il presidente ha parlato di "responsabilità non solo degli autori diretti dei crimini, soldati dell'esercito di occupazione, ma anche dei loro comandanti". "Quelli che hanno dato gli ordini, quelli che hanno reso possibile tutto ciò che hanno fatto in Ucraina. A Bucha, a Mariupol, in tutte le nostre città, in tutte le località in cui sono arrivati - ha detto - Tutti saranno assicurati alla giustizia".

Intanto, ha detto, "stiamo lavorando per raccogliere fondi per sostenere il nostro esercito e ricostruire l'Ucraina dopo le ostilità", anche con "la piattaforma United24", sottolineando che la tennista Elina Svitolina, nuova "ambasciatrice di United24" lavorerà con Andriy Shevchenko, "primo ambasciatore di United24, per attrarre altro sostegno per il nostro Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli