Ucraina, Zelensky: "Mosca dovrà presto deporre le armi"

Ucraina, Zelensky:
Ucraina, Zelensky: "Mosca dovrà presto deporre le armi" (AP Photo/Markus Schreiber, File)

L'esercito di Mosca dovrà presto deporre le armi in Ucraina. La pensa così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che in un video-messaggio diffuso nella serata di lunedì 30 maggio ha detto: "Passo dopo passo stiamo liberando la nostra terra e gradualmente ci avviciniamo al punto in cui la Russia deve deporre le armi, contare tutti i morti e passare alla diplomazia. Dovremo sicuramente farlo".

È vero tuttavia anche, ha ammesso Zelensky, che nel Donbass le milizie russe hanno raggiunto "la massima potenza di combattimento".

"La Russia utilizza gli abitanti dell'Asia e dell'Africa come valuta di scambio"

Al centro del messaggio anche la questione della crisi alimentare: "La Russia - ha spiegato - utilizza gli abitanti dell'Asia e dell'Africa come 'valuta di scambio', bloccando l'esportazione di cereali dall'Ucraina, ovvero i 22 milioni di tonnellate di grano che rimangono bloccati nei suoi silos. Il blocco delle nostre esportazioni da parte della Russia sta destabilizzando la situazione su scala globale. Di conseguenza, il cibo sta diventando sempre più costoso in diversi Paesi. Di conseguenza, c'è una minaccia di carestia: in Africa, in Asia, in alcuni Paesi europei".

VIDEO - Ucraina, il grano bloccato nei porti rischia di marcire. Putin apre uno spiraglio

Dalla crisi alimentare a quella migratoria

E dal momento che l'esercito russo blocca i porti ucraini sul Mar Nero e ha sequestrato parte della costa ucraina del Mar d'Azov, "non possiamo esportare i 22 milioni di tonnellate di grano che sono già nei nostri silos. Questo è il volume (di grano) che doveva entrare sul mercato straniero", ha sottolineato Zelensky, avvertendo che la crisi alimentare potrebbe a sua volta causare una nuova crisi migratoria, che è ciò che "chiaramente vuole la leadership russa. Stanno creando deliberatamente questo problema, in modo che tutta l'Europa sia in difficoltà. E affinché l'Ucraina non riceva miliardi di dollari per il suo export, i miliardi di cui la nostra economia ha davvero bisogno in questo momento".

Secondo il presidente ucraino, in questo modo, "gli abitanti dei Paesi africani e asiatici sono usati dallo Stato russo semplicemente come valuta". Inoltre, ha precisato infine Zelensky, i russi "hanno già rubato almeno mezzo milione di tonnellate di grano e ora stanno cercando il modo di venderlo illegalmente da qualche parte".

VIDEO - Russia-Ucraina, ora la guerra è anche alimentare

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli