Ucraina, Zelensky: "Mosca pianifica nuovo attacco prolungato"

Macerie fumanti e vigili del fuoco al lavoro. Un video pubblicato su Telegram mostra le conseguenze dell'attacco missilistico sferrato nella notte di Capodanno dalle forze ucraine contro un complesso residenziale nella città di Makiivka, dove erano alloggiate temporaneamente le truppe russe. Stando a Kiev nell'attacco sarebbero morti fino a 400 soldati russi. Una cifra ridimensionata dal Cremlino. "I 4 missili con testata ad alto potenziale lanciati sul complesso hanno ucciso 63 militari russi", ha detto il portavoce del ministero della difesa russo.

Per le forze russe si tratta in ogni caso di una delle maggiori perdite in una singola operazione da quando è iniziata l'invasione. La maggior parte delle vittime erano militari di leva. Negli ultimi giorni Kiev ha condotto diversi attacchi su Donetsk, città controllata dai russi, mentre Mosca ha fatto piovere missili su obiettivi in tutta l'Ucraina.

Nel suo ultimo discorso notturno il presidente ucraino Zelensky ha avvertito che la Russia potrebbe pianificare un nuovo attacco missilistico prolungato. "Nei primi due giorni del nuovo anno, le forze di occupazione russe hanno attaccato l'Ucraina con droni di fabbricazione iraniana, più di 80 dei quali sono stati distrutti dalle Forze di Difesa ucraine - ha detto Zelenskyy -. La Russia sta pianificando un nuovo attacco a lungo termine con gli Shahed, quindi ora tutti coloro che sono coinvolti nella protezione del cielo dovrebbero essere particolarmente attenti".

Morti almeno 538 coscritti russi negli ultimi tre mesi

Almeno 538 coscritti russi mobilitati sono morti negli ultimi tre mesi, secondo la Bbc News Russian e il sito di notizie indipendente russo Mediazona che indica le vittime nome per nome. L'età media dei morti è di 30-35 anni. "Le perdite effettive tra coloro che sono stati mobilitati potrebbero essere molto più elevate, poiché molte segnalazioni di soldati uccisi in Ucraina da ottobre non indicano il loro status. Quindi a volte è impossibile dire se una persona ha prestato servizio come soldato professionista, combattente volontario o coscritto, riferisce la Bbc aggiungendo che solo nell'ultima settimana sono stati uccisi 46 russi mobilitati.

Alla fine ottobre la Russia ha affermato di aver mobilitato 300.000 coscritti con un'età media di 35 anni. Circa 80.000 sono stati inviati in Ucraina di cui quasi la metà in prima linea, secondo il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu. Un'analisi di Mediazona stima che circa 492.000 uomini siano stati arruolati nell'esercito russo da quando il presidente Vladimir Putin ha annunciato la "mobilitazione parziale" di 300.000 uomini il 21 settembre.