Ucraina, Zelensky: “Non cederemo alcun territorio”. Kuleba: “NATO non fa nulla”

Volodymyr Zelensky
Volodymyr Zelensky

Il leader dell’Ucraina Zelensky ha ribadito di non essere disposto a cedere alcun territorio per fare pace con la Russia. Un suo ministro ha intanto attaccato la NATO accusandola di non fare nulla per contrastare l’offensiva di Mosca.

Zelensky: “Cedere ai russi fallimento come con Hitler”

Nel suo consueto videomessaggio notturno, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ricordato “a coloro che cercano di imporre la necessità di concessioni territoriali alla Russia“, i “tentativi falliti di placare l’aggressore nazista nel 1938“. Il riferimento è all’accordo di Monaco che concesse alla Germania di Hitler la Cecoslovacchia e alle parole pronunciate a Davos dall’ex segretario di Stato americano Henry Kissinger, il quale ha affermato che la pace non potrà che passare attraverso la cessione di alcuni territori a Mosca. Il leader ha respinto l’idea che il suo paese ceda una porzione di territorio per ottenere la pace.

Kuleba: “Nato non fa nulla per contrastare la Russia

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, intervenendo al Forum economico di Davos in Svizzera, ha accusato la Nato di “non fare letteralmente nulla” per far fronte all’aggressione russa.

GB conferma linea dura

Il Regno Unito ribadirà la sua linea dura nei confronti della Russia tramite le parole del ministro degli Esteri Liz Truss che oggi visiterà la Bosnia Erzegovina. Secondo quanto anticipato da media locali, sosterrà la necessità di far pervenire più aiuti militari all’Ucraina e di adottare ulteriori sanzioni contro la Russia. “L’aggressione della Russia non può essere placata. Deve essere contrastata con forza“, ribadirà spiegando che l’atteggiamento conciliante adottato nei confronti del presidente russo Vladimir Putin dopo le guerre in Georgia e Crimea non ha prodotto risultati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli