Udc: rivendichiamo identità cattolici liberali nel centrodestra

Pol-Afe

Roma, 2 nov. (askanews) - "Gentile Direttore, rimaniamo sbigottiti e amareggiati per l'articolo di oggi in cui vi è un passaggio che è profondamente lesivo della nostra dignità. Peraltro in modo gratuito. Non possiamo smentire tutti i retroscena contenuti in articoli che talvolta hanno più l'obbligo di riempire le pagine piuttosto che dare dei reali retroscena. Detto ciò, nel pieno rispetto della libertà di stampa, riteniamo offensivo della nostra dignità il passaggio contenuto nell'articolo del suo giornale. Non è un segreto di stato che l'Udc da tempo e in tutte le sedi pubbliche denunci la necessità di rivendicare con coerenza la propria identità di cattolici liberali e non è una cospirazione insistere nel rivendicarla al maggior partito di riferimento del Ppe in Italia, Forza Italia". Così in una nota diffusa dall'Ufficio stampa nazionale dell'Udc indirizzata al direttore del Messaggero con cui si smentisce un retroscena pubblicato stamane dal quotidiano.

"Insistiamo nel dire - prosegue la nota - che non dobbiamo rinunciare ai nostri valori fondanti che sono incardinati profondamente nelle radici del popolarismo europeo distinto e distante dai populismi. Detto ciò, noi insisteremo nella nostra battaglia sino a che ci sarà permessa agibilità politica nella coalIzione in cui ci siamo schierati convintamente, il centrodestra. Ed e un percorso avviato con la contrarietà al referendum costituzionale del 2016. Quindi senza esitazione proseguiamo nella nostra battaglia".