Auto travolge due agenti, isolato Capitol Hill ma "non sembra terrorismo"

Claudio Paudice
·Giornalista, L'HuffPost
·1 minuto per la lettura
HILL (Photo: Twitter)
HILL (Photo: Twitter)

Sembra farsi più chiara la dinamica dell’incidente che ha spinto le autorità a ordinare il lockdwon per l’area e gli edifici di Capitol Hill, a Washington. Secondo quanto riferito dalla Capitol Police e riportato dalla Cnn, un’auto avrebbe travolto intenzionalmente due agenti in prossimità delle barriere messe a protezione del Campidoglio. Un agente è rimasto ferito, l’altro è deceduto in ospedale mentre il conducente dell’auto è stato ucciso dagli spari.

In un messaggio diffuso ai parlamentari a Capitol Hill è stato segnalato che a causa di “una minaccia esterna alla sicurezza, è vietato entrare o uscire dal complesso”. “Sono ammessi gli spostamenti tra gli edifici ma tenetevi lontani da finestre e porte. Se siete all’esterno, cercate riparo”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Secondo una prima ricostruzione, come si legge sui media Usa, l’auto si sarebbe schiantata contro una delle barriere poste a protezione dell’area di Capitol Hill dopo aver investito i due agenti. Il guidatore sarebbe quindi sceso dal veicolo, forse con un coltello tra le mani, e a quel punto sarebbero stati esplosi degli spari che hanno ucciso il conducente, secondo Ap.

L’incidente di Capitol Hill non sembra legato al terrorismo. E’ quanto hanno detto le forze dell’ordine durante un breve punto stampa.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.