Ue, 14 Regioni lanciano manifesto per Pac giusta e sostenibile

Rus

Roma, 12 set. (askanews) - No al taglio del budget Ue e a qualsiasi ipotesi di un ritorno alle singole politiche agricole nazionali, cioè una sorta di rinazionalizzazione della Pac (Politica agricola comune), sì alla difesa e al rafforzamento dell'autonomia delle Regioni nella definizione e attuazione degli interventi a favore delle imprese "verdi", in particolare per quanto riguarda la gestione dei fondi per lo sviluppo rurale.

Con alcuni obiettivi prioritari: valorizzare la specificità dei diversi sistemi produttivi, che rappresentano la ricchezza stessa dell'agricoltura europea; promuovere la qualità delle produzioni e la sostenibilità ambientale, sostenere la ricerca e l'innovazione; semplificare e velocizzare le procedure burocratiche.

Tutto ciò per dare risposte più mirate e puntuali alle esigenze dei territori e tutelare in maniera più efficace il reddito delle aziende agricole, difendendo la possibilità di decidere a livello periferico come spendere al meglio le risorse avute in assegnazione da Bruxelles.

Sono i capisaldi del "Manifesto per una Politica agricola comune più giusta e sostenibile", sottoscritto oggi a Rennes, in Bretagna, dai rappresentanti di Agriregions, la coalizione che le riunisce 14 tra le più importanti regioni agricole europee, tra cui l'Emilia-Romagna, a chiusura di una conferenza internazionale organizzata nell'ambito di Space 2019, la più grande fiera europea dell'allevamento.(Segue)