Ue: 2.000 euro a migrante per rimpatrio volontario dalla Grecia

Sim

Roma, 12 mar. (askanews) - Ai migranti ospitati nei campi delle isole greche verranno garantiti 2.000 euro a testa per tornare nel loro Paese di origine, nell'ambito del programma annunciato oggi dal Commissario europeo per gli Affari interni, Ylva Johansson, nel corso della sua visita ad Atene.

"Per un periodo di un mese offriremo l'opportunità ai migranti che oggi si trovano nei campi delle isole greche di aderire al programma di rimpatrio volontario, offrendo 2.000 euro aggiuntivi, per aiutarli a rientrare nei loro Paesi di origine", ha detto Johanssson, facendo riferimento ai 370 euro garantiti oggi dall'Organizzazione internazionale per le Migrazioni (Oim) nell'ambito dei programmi di rimpatrio volontario.

Per il Commissario si tratta di un'opportunità che potrebbe veder coinvolti fino a "5.000 migranti" e riguarderà solo quanti sono giunti in Grecia "prima del 1 gennaio scorso". Il piano di rimpatrio "vedrà il coinvolgimento dell'Oim con l'aiuto di Frontex", ha aggiunto.

Johansson ha poi riferito sulla situazione dei minori non accompagnati, affermando "ad oggi sette Stati membri si sono già impegnati per il ricollocamento di almeno 1.600 minori non accompagnati".