Ue accusa Apple di posizione dominante in streaming musicale

·1 minuto per la lettura
Logo Apple a San Francisco

BRUXELLES (Reuters) -Apple è stata accusata dall'Antitrust Ue di aver abusato della sua posizione dominante nel mercato dello streaming musicale attraverso regole restrittive, il primo di quattro casi che potrebbe portare a una pesante multa e a cambiamenti nel lucrativo modello di business della società.

Il produttore di iPhone si è trovato nel mirino della Commissione europea a seguito di una denuncia del servizio svedese di streaming musicale Spotify due anni fa, che ha accusato Apple di limitare ingiustamente i rivali al suo servizio di streaming musicale Apple Music sugli iPhone.

Il garante della concorrenza europeo, nel suo fascicolo di accusa, ha detto che la questione riguarda le regole restrittive di Apple per il suo App Store, che costringono gli sviluppatori a utilizzare il suo sistema di pagamento in-app e impediscono loro di informare gli utenti di altre opzioni di acquisto.

"Impostando rigide regole sull'App store che svantaggiano i servizi di streaming musicale concorrenti, Apple priva gli utenti di scelte di streaming musicale più economiche e danneggia la concorrenza", ha detto il commissario europeo alla concorrenza Margrethe Vestager in una dichiarazione.

"Questo viene fatto facendo pagare alte commissioni su ogni transazione nell'App store per i rivali e vietando loro di informare i clienti sulle opzioni di abbonamento alternative", ha aggiunto.

Questa è la prima accusa dell'antitrust Ue contro Apple, una mossa che potrebbe portare a multe fino al 10% del suo fatturato globale. Reuters è stata la prima a riferire dell'imminente accusa dell'antitrust europeo a marzo.

Apple avrà l'opportunità di rispondere alle accuse della Ue prima che il garante della concorrenza prenda una decisione finale.