Ue: Baldassare (Lega), 'Von der Leyen dimentica problema demografico'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 set. (Adnkronos) – "Ursula Von der Leyen indice l'anno europeo dei giovani per il 2022, ma tra le priorità dell’Ue dimentica la demografia". Lo afferma Simona Baldassarre, eurodeputato della Lega e responsabile del Dipartimento Famiglia della Lega.

"Vorrei ricordare alla presidente -aggiunge- alcuni dati: dall’inizio del millennio al 2019, la popolazione Ue è cresciuta principalmente a causa della migrazione. Solo nel 2020, persi 312 mila cittadini: una città come Bari. Il numero di figli per donna è ben al di sotto del tasso minimo di ricambio generazionale e nel 2019 quasi la metà dei ragazzi europei erano figli unici. I numeri parlano da soli, la crisi demografica è già una grave emergenza di cui l’Ue deve necessariamente occuparsi".

"Noi da tempo sollecitiamo l'argomento, anche lo scorso giugno ho chiesto alla Commissione europea di riferire in merito. Ad oggi non esiste un fondo dell'Unione europea che sia esplicitamente dedicato alla crescita demografica. Serve una strategia Ue per la demografia basata sul concetto di ‘economia del benessere’ che vada a sostegno della famiglia. C’è bisogno di azioni concrete per accrescere la generazione del domani, per aiutare le donne che si trovano davanti al tragico bivio tra le proprie ambizioni lavorative e il desiderio di formare una famiglia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli