Ue: Battelli, 'soddisfatto per ok a legge europea, dare impulso a sessioni'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 1 apr. (Adnkronos) – "Sono molto soddisfatto per l'approvazione della Legge europea 2019-2020 che arriva dopo il via libera di ieri alla Legge di delegazione. Dobbiamo accelerare e dare massimo impulso a queste sessioni europee che ci permettono di adeguare il nostro ordinamento a quello dell'Ue e sanare o prevenire contenziosi. In particolare questo provvedimento, che ora passerà in Senato, mira tra l'altro ad agevolare la chiusura di 13 procedure di infrazione (ricordo che al momento sono 82 quelle pendenti) e uno di pre infrazione oltre a consentire l'attuazione di 12 regolamenti, 5 direttive, una sentenza pregiudiziale della Corte di Giustizia UE in materia di inammissibilità delle domande di protezione internazionale e recepire la rettifica della direttiva europea che riguarda l'etichettatura dei succhi di frutta e altri prodotti alimentari". E' quanto affermato, in una nota, dal presidente della Commissione per le Politiche dell'Ue alla Camera Sergio Battelli al termine dell'approvazione da parte dell'Aula della Camera della Legge europea 2019-2020.

"Ringrazio quindi il governo, in particolare il sottosegretario Enzo Amendola e il ministro Federico D'Incà, la relatrice, Angela Ianaro, e tutti i commissari della XIV per il lavoro prezioso svolto in queste settimane e che ci ha consentito di intervenire sullo sfruttamento sessuale dei minori, su appalti e subappalti, sulla libera circolazione di persone, beni e servizi e merci; su libertà, sicurezza e giustizia; su fiscalità e dogane; appalti; affari economici e monetari; sanità; protezione dei consumatori; ambiente ed energia. Ancora altre disposizioni riguardano il versamento di risorse proprie dell'Unione europea, il Comitato interministeriale per gli affari europei, il diritto di rivalsa dello Stato nei confronti di regioni o di altri enti pubblici responsabili di violazioni del diritto dell'Ue e il rafforzamento delle strutture del Mef responsabili delle attività di gestione, monitoraggio e controlli degli interventi Ue per il periodo di programmazione 2021-27", conclude Battelli.