Ue, Bernini (Fi): accordo storico, ora riforme non pi rinviabili

Rea
·1 minuto per la lettura

Roma, 21 lug. (askanews) - "L'accordo finale raggiunto al Consiglio europeo sul Recovery Fund un passo avanti storico per l'Unione, e una risposta all'altezza di una crisi anch'essa storica. Per la prima volta c' un debito europeo condiviso, grazie alla lungimiranza dell'asse Merkel-Macron. Va dato atto al premier Conte di aver strappato un risultato pi che soddisfacente, che consentir all'Italia di ripartire se riuscir a mettere in campo un piano rapido e concreto di riforme strutturali". Lo afferma in una nota Annamaria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato. "La grande incognita - osserva - sta tutta nella maggioranza, divisa anche sui fondamentali e protagonista di litigi quotidiani come quelli andati in scena fra Conte e Rutte. Prendiamo atto che il premier vuol rinunciare al Mes, e a nostro parere un errore grave, perch i soldi del Recovery Fund non arriveranno subito, ma che vuol anche istituire una nuova task-force per accelerare i piani di riforma. Gli ricordo che una task-force esiste gi e si chiama Parlamento. Non sono pi ammessi errori od omissioni".