Ue, Bernini (Fi): Conte combatte una battaglia a mani nude

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 19 lug. (askanews) - Al vertice Ue il premier Giuseppe Conte "combatte una battaglia a mani nude". Lo sostiene la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini, secondo cui "per essere davvero credibile il governo italiano avrebbe dovuto presentarsi al Consiglio europeo con un programma dettagliato di poche ma essenziali riforme strutturali in modo da mettere a tacere le diffidenze di chi vorrebbe comandare in casa nostra. E invece Conte sta combattendo a mani nude la battaglia sul Recovery fund". "I numeri - sottolinea la senatrice - sono purtroppo impietosi e certificano che il prossimo anno l'Italia sar ancora il grande malato d'Europa: saremo l'unica economia che rispetto alla crisi del 2008 non solo non cresciuta, ma precipitata di nove punti". "Ci apprestiamo - aggiunge Bernini - a fare altri 20 miliardi di deficit, ma intanto il 65% del decreto Cura Italia resta inattuato e il decreto rilancio necessita di ben 155 decreti attuativi. Con queste credenziali, difficile pretendere prestiti e grant a scatola chiusa".