Ue, "blacklist" compagnia aerea bielorussa in attesa sanzioni - diplomatici

·2 minuto per la lettura
Un aereo Boeing 737-800 della compagnia di bandiera bielorussa Belavia decolla all'aeroporto di Domodedovo fuori Mosca, Russia

di Robin Emmott

BRUXELLES (Reuters) - La Ue sta preparando sanzioni nei confronti della compagnia di bandiera bielorussa e di una dozzina di alti funzionari dell'aviazione, in attesa delle sanzioni economiche per l'atterraggio forzato di un volo, riferiscono tre diplomatici.

Il congelamento di asset e i divieti proposti fanno parte di un pacchetto di nuove misure nei confronti della Bielorussia imposte dagli Stati Ue, indignati dal dirottamento del volo Ryanair a Minsk il 23 marzo scorso, seguito dall'arresto di un giornalista dissidente e della sua ragazza.

I governi del blocco, che hanno definito l'atterraggio forzato come pirateria di Stato, hanno detto di puntare a settori che giocano un ruolo centrale nell'economia bielorussa, per infliggere una punizione esemplare al presidente Alexander Lukashenko. Le sanzioni potranno coinvolgere la vendita di obbligazioni, il settore petrolifero e quello del cloruro di potassio, comparti chiave per le esportazioni della Bielorussia.

Prima di imporre tali sanzioni il blocco dovrebbe raggiungere un accordo entro il 21 giugno -- quando si riuniranno i ministri degli Esteri -- su una lista di restrizioni minori nei confronti di individui ed entità come risposta immediata intermedia, secondo i diplomatici.

"Tutti gli Stati Ue sono d'accordo con questo approccio", ha affermato una delle fonti. Un secondo diplomatico ha detto che verrà inviato "un chiaro segnale per Lukashenko che le sue azioni sono pericolose e inaccettabili".

Se le sanzioni sono ancora oggetto di discussione, gli ambasciatori della Ue già venerdì potrebbero approvare in via preventiva i divieti di sorvolo e di atterraggio nel territorio degli Stati membri da imporre alle compagnie aeree bielorusse, consentendo ai ministri del blocco di sottoscriverli formalmente nelle prossime settimane.

La Gran Bretagna, che non fa più parte della Ue, ha sospeso i permessi di volo per la compagnia di bandiera bielorussa Belavia. Secondo i diplomatici la Ue si comporterà allo stesso modo.

Tra i nomi dovrebbero comparire alcuni funzionari del ministero dei Trasporti, membri dell'aeronautica, un alto funzionario dell'aeroporto di Minsk e un funzionario senior dell'aviazione civile del Paese, secondo le fonti.

Anche un'altra azienda statale dell'aviazione verrà aggiunta alla lista nera della Ue ed esclusa dagli affari con il blocco.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli