Ue, Brunetta: Gentiloni cede sovranità a Francia e spacca Europa

Pol/Bac

Roma, 12 gen. (askanews) - "Il 'Trattato del Quirinale' al quale starebbero lavorando congiuntamente il presidente del consiglio italiano Paolo Gentiloni e il presidente francese Emmanuel Macron, avente l'intento di rafforzare la cooperazione bilaterale tra Italia e Francia, rappresenta una umiliazione che il nostro premier fa subire all'Italia da parte dei cugini d'oltralpe". Lo afferma in un nota Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.

"Qual è - chiede - il motivo per cui il tanto europeista Macron, il giovane politico che ha vinto le ultime elezioni francesi presentandosi con il chiaro intento di voler riformare l'Unione Europea in una rafforzata cooperazione multilaterale, desidera ora così tanto stipulare un trattato bilaterale con l'Italia, appena prima di saldare un patto di ferro con la Germania per decidere i destini dell'Europa?".

"Il sospetto che ci viene - aggiunge Brunetta - è che il presidente francese da una parte voglia riformare l'Europa, sfruttando la sua partnership di ferro con Berlino, e dall'altra portare a casa vantaggi enormi per la sua Francia, sfruttando l'attuale debolezza contrattuale di Roma. Questo improvviso ritorno di fiamma con il nostro paese, culminato con l'elogio fatto da Macron a Gentiloni, non è affatto credibile ed ha tutta l'aria di un grande tranello teso al nostro Primo Ministro per convincerlo a firmare un trattato chiaramente vantaggioso per la sola Francia".

(Segue)