Ue, Carfagna: cambiata anche grazie a Merkel. Ora tocca a noi

Pol/Vlm

Roma, 1 lug. (askanews) - "La leadership di Angela Merkel stata, per molto tempo, uno dei bersagli polemici della politica italiana, ma oggi doveroso riconoscere il profondo cambiamento della sua strategia e della sua proposta. Ricordiamo tutti i diktat alla Grecia e il loro costo umano. Ma so anche, lo sappiamo tutti, che su quella pessima pagina le istituzioni europee hanno fatto pubblica autocritica e spero che la lezione sia stata capita". Lo scrive Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, in un messaggio di augurio rivolto alla Cancelliera tedesca su invito della CDU/CSU, nel giorno dell'inaugurazione del semestre di Presidenza del Consiglio europeo.

"Se si avr la forza di trasformare in realt lo slogan del semestre di Angela Merkel - 'Insieme per la ripresa europea' - il popolarismo europeo potr davvero costituirsi in questa difficilissima fase come faro, come riferimento di speranza e coraggio. I miei auguri sono anche per questo", prosegue la presidente di 'Voce libera'.

" tempo anche per noi, come per le istituzioni europee, di riflettere sulla necessit assoluta di un cambio di marcia. Abbiamo provato la protesta: non ha mantenuto nessuna delle sue promesse rivoluzionarie. Abbiamo provato l'estremismo: non ha garantito n palingenesi sociale n crescita. Inseguire l'una e l'altro non ha portato bene al nostro Paese ed il momento di smettere di farlo", sostiene Carfagna.

"L'approccio dell'Unione alle necessit e difficolt degli Stati diverso da quello del passato e tutti noi possiamo avvantaggiarcene. Restare fermi ai giudizi o pregiudizi di un decennio fa - conclude la vicepresidente della Camera - poco intelligente, ma soprattutto pericoloso per il futuro della Repubblica".