Ue chiede cautela su richieste di assicurazione per pandemia a livello di blocco

·2 minuto per la lettura
Bandiere dell'Unione europea davanti alla sede della Commissione Ue a Bruxelles

LONDRA (Reuters) - La Commissione europea ha chiesto cautela in merito alle proposte di creare un meccanismo pubblico-privato per assicurare le aziende contro i lockdown in caso di pandemie future.

"Si tratta di un dibattito complesso e ha bisogno di tempo per maturare" ha detto John Berrigan, responsabile dei servizi finanziari della Commissione europea, nel corso di un evento organizzato da Insurance Europe.

"Voglio esortare alla cautela quando si guarda alla fattibilità di ogni genere di iniziativa a livello Ue".

Berrigan ha detto che uno strumento di partnership di questo tipo richiederebbe un importante sostegno finanziario dagli Stati membri, che hanno già speso importanti somme per sostenere le economie nel corso dei lockdown.

Esiste inoltre la necessità di valutare la capacità del settore assicurativo di partecipare a un programma assicurativo pubblico-privato, ha aggiunto.

Anche i governi di Gran Bretagna e Stati Uniti discutono di programmi statali di riassicurazione per la pandemia, ma fonti di settore affermano che i progressi sono lenti poiché i Paesi continuano a dover gestire la pandemia in corso.

Berrigan ha detto che la Commissione europea e l'Eiopa, l'autorità che regola il settore assicurativo, verificheranno la necessità di informazioni più semplici e più chiare sui prodotti e sul tipo di polizze di cui i consumatori avranno bisogno nel post-Covid.

Oliver Baete, Ceo della compagnia assicurativa tedesca Allianz, ha detto nel corso dell'evento che le società assicurative non riuscirebbero a coprire i costi dei lockdown da sole.

"Non possiamo assicurare una polizza per un'interruzione di attività causata dal governo, non è proprio assicurabile", ha detto Baete.

"Abbiamo bisogno di proteggere il nostro capitale con molta attenzione, altrimenti l'industria fallirà rapidamente".

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli