Ue chiede chiarimenti a J&J dopo annuncio ritardi distribuzione - fonte

·1 minuto per la lettura
Fiale con la scritta "Covid-19, Vaccino coronavirus" e una siringa davanti alla bandiera dell'Unione europea

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea vuole chiarimenti da parte di Johnson & Johnson dopo l'annuncio "completamente inatteso" di ritardi nelle consegne del vaccino contro il Covid-19 all'Unione europea.

Lo ha detto a Reuters un funzionario Ue.

Oggi la casa farmaceutica Usa ha annunciato in un comunicato che ritarderà la distribuzione dei vaccini in Europa e che sta rivedendo insieme alle autorità europee alcuni casi di rarissime trombosi in persone a cui è stato somministrato il vaccino J&J.

Johnson & Johnson aveva confermato in un meeting venerdì di avere come obiettivo la consegna all'Unione europea dei 55 milioni di dosi previste dal contratto entro la fine di giugno, secondo il funzionario.

"La Commissione è in contatto con la società" per ricevere chiarimenti riguardo la decisione, ha aggiunto il funzionario, chiedendo di restare anonimo in quanto le discussioni sono confidenziali.

Un portavoce della Commissione ha detto che l'esecutivo europeo sta indagando sulla questione, ma di non avere commenti al momento.

Johnson & Johnson non ha risposto immediatamente alla domanda se il ritardo possa influenzare gli obiettivi di consegna nella Ue.

(Tradotto da Luca Fratangelo a Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)