Ue cita errori di diritto in ricorso su caso imposte Apple da 13 mld euro

·1 minuto per la lettura
Il logo Apple Inc presso un Apple store a New York

BRUXELLES (Reuters) - Le autorità antitrust Ue ritengono che il tribunale abbia commesso errori legali nell'annullare l'ordine che impone ad Apple il pagamento di 13 miliardi di euro in tasse arretrate in Irlanda, secondo un ricorso presentato contro la decisione.

La Commissione ha vinto un simile caso contro Fiat Chrysler, ma ne ha perso un altro riguardante Starbucks e agevolazioni fiscali in Belgio.

L'esecutivo Ue sta presentando un ricorso alla Corte di giustizia, con sede in Lussemburgo, in seguito a una sentenza emessa nel 2020, secondo la quale la Commissione non ha presentato gli elementi giuridici necessari per dimostrare che Apple ha beneficiato di un vantaggio ingiusto.

Nella decisione presa nel 2016, la Commissione europea ha affermato che due decreti irlandesi hanno ridotto artificialmente la pressione fiscale di Apple per oltre due decenni, che nel 2014 era appena dello 0,005%.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)