Ue, Coldiretti: ok salvaguardia per boom riso da stragi Birmania -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 18 nov. (askanews) - Oltre a fare concorrenza sleale ai produttori italiani - ricorda la Coldiretti - sulla ex Birmania pesa l'accusa di violazione dei diritti umani ed addirittura di "genocidio intenzionale" per i crimini commessi contro la minoranza musulmana dei Rohingya ed è quindi necessario attivare al più presto la sospensione del regime EBA (tutto tranne le armi) attivando al tempo stesso un monitoraggio quotidiano e coordinato a livello europeo delle importazioni di riso Japonica.

Nell'ambito dei negoziati internazionali per gli accordi di libero scambio il riso - sostiene la Coldiretti - deve essere considerato un prodotto "sensibile" dalla Commissione Ue, evitando nuove concessioni all'import e rendendo obbligatoria a livello europeo in etichetta l'indicazione del Paese di origine in modo da indirizzare gli investimenti dei fondi comunitari per la promozione solo verso il riso coltivato nell'Unione.

(Segue)