Ue, Conte: cambio di passo ancora incompiuto

Lsa

Roma, 26 lug. (askanews) - "Il cambio di passo dell'Ue rimane incompiuto. Ma sempre più indispensabile. Di ciò appare essere apprezzabilmente consapevole la neo-eletta Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, aggiungendo che la nuova legislatura europea deve essere "una occasione da non mancare".

"E' improcrastinabile un effettivo riequilibrio, in seno all'Unione Europea - ha detto il premier nel suo intervento alla conferenza degli ambasciatori alla Farnesina - a favore di un'equa condivisione di responsabilità e verso una piena coesione politica e sociale. Le nostre divergenze all'interno dell'Unione Europea sono il frutto di una perdurante mancata convergenza, quella cioè di un Europa più vicina ai cittadini. Obiettivo quest'ultimo che finora l'Ue ha più annunciato che attuato, soprattutto se lo osserviamo attraverso le lenti delle politiche economiche, sociali e migratorie. Un approccio tuttora sbilanciato verso l'austerity e la riduzione dei rischi - ha concluso - finirà per premiare una logica 'transattiva' dei singoli Stati Membri nei confronti dell'Unione. Ma soprattutto, con l'insistenza su politiche sempre e comunque pro-cicliche, si alimenterà la disillusione nei cittadini del continente a vantaggio delle spinte alla disintegrazione europea".