Ue, Conte: né Salvini né Di Maio vogliono procedura

Rea

Roma, 11 giu. (askanews) - "Né Salvini né Di Maio hanno mai voluto la procedura d'infrazione. Siamo tutte persone ragionevoli, nessuno ha mai pensato che la procedura d'infrazione possa aiutare l'Italia, garantire i risparmi, far crescere l'Italia. Quindi siamo tutti accomunati dal medesimo obiettivo". Lo ha assicurato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Alla domanda se Conte ritenesse di avere la delega per trattare in Ue in questa direzione, il premier ha risposto: "Io sono il presidente del Consiglio, che delega devo avere? La delega politica c'è sempre altrimenti ci sarebbe la sfiducia e nessuno mi ha mai sfiduciato in Cdm. Se un premier non avesse la delega a sedersi a un Consiglio Europeo, non partirebbe proprio, sarebbe sfiduciato". E ha poi aggiunto: "Il giorno in cui non avessi sentore di avere mandato pieno, ne trarrei subito le conseguenze: sarebbe la crisi più trasparente della storia repubblicana".