Ue, Conte: rigidit posizioni ma non potevamo fallire

Afe

Roma, 22 lug. (askanews) - Anche quanto la "rigidit delle posizioni sembrava insuperabile" continuata a maturare la "consapevolezza del profondo senso di responsabilit: non potevamo fallire, accedere a un mediocre compromesso o rinviare". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo in Aula al Senato.