Ue, cresce ipotesi commissario donna

webinfo@adnkronos.com

Crescono le possibilità che l'Italia indichi una donna come commissario Ue, ipotesi che consentirebbe al nostro Paese di guadagnare un credito nei confronti della presidente Ursula von der Leyen, in quanto la aiuterebbe a mantenere l'impegno, preso davanti al Parlamento europeo, di rispettare la parità di genere. Addirittura potrebbe superarlo, con una composizione della Commissione che vedrebbe 14 donne e 13 uomini. I nomi che circolano in queste ore, a quanto apprende l'AdnKronos, sarebbero quello di Elisabetta Belloni, segretario generale del ministero degli Esteri, e quello di Paola Severino, ex ministro della Giustizia.  

Ancora presto per avanzare previsioni per quanto riguarda l'attribuzione del portafoglio; sarebbe sicuramente di peso, visto che, come detto, von der Leyen terrebbe conto dell'indicazione di una donna formulata dall'Italia. E' chiaro che sarebbero determinanti anche il curriculum e le competenze maturate dalla personalità prescelta.