Ue, dal 30 giugno stop a norme Covid su aiuti Stato ad aziende

Due bandiere dell'Unione europea a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - Le norme più permissive a che hanno consentito ai governi Ue di garantire oltre 3.000 miliardi di euro in aiuti di Stato a migliaia di aziende colpite dalla crisi innescata dal Covid negli ultimi due anni non verranno rinnovate il 30 giugno.

Lo hanno annunciato l'antitrust europeo.

Di questa cifra, circa 730 miliardi di euro sono stati effettivamente spesi, ha dichiarato la Commissione Europea.

"Il miglioramento della situazione economica in vista dell'allentamento delle restrizioni è il motivo principale per cui abbiamo deciso di non prorogare il quadro temporaneo Covid per gli aiuti di Stato oltre il 30 giugno 2022", ha dichiarato in un comunicato la vicepresidente europea Margrethe Vestager.

Le misure di sostegno agli investimenti continueranno invece fino alla fine di quest'anno e quelle di sostegno alla solvibilità fino alla fine del 2023.

L'esecutivo della Ue ha dichiarato che valuterà nel corso dell'anno se estendere oltre il 31 dicembre le norme semplificate sugli aiuti di Stato volte ad aiutare le aziende danneggiate dalle sanzioni imposte alla Russia.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli