Ue, Della Vedova: Mes in discussione è danno a credibilità Italia

Pol/Arc

Roma, 22 nov. (askanews) - "Rimettere oggi in discussione l'accordo sul Mes, per un paese indebitato come il nostro, significa scherzare con il fuoco. La polemica scomposta di questi giorni sta già indebolendo la posizione e la reputazione dell'Italia sui tavoli europei, dove si giocano altre partIte rispetto alla governance economica in particolare dell'area Euro". Lo afferma il segretario di Più Europa, Benedetto Della Vedova.

"Questo è un altro caso in cui i guai del Conte 1 pesano come macigni sul Conte 2. Il premier - prosegue Della Vedova - avallò a giugno un accordo con i partner frutto di un lungo negoziato. Oggi Conte lo vuole mettere in discussione, rimangiandosi di fatto la parola e mettendo l'Italia in una posizione di difficoltà. Il Primo Ministro e il Movimento 5 Stelle si devono assumere, in solido con Salvini, la responsabilità di quanto concordato (in un accordo che resta purtroppo tra Stati e quindi al di fuori dalle istituzioni Ue) ed evitare di trascinare l'Italia in una polemica solitaria, fuori tempo e - conclude Della Vedova - fuori misura".