Ue denuncia attività cyberspionaggio Russia “inaccettabili”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 set. (askanews) - L'Ue ha denunciato le attività di cyberspionaggio della Russia su politici europei definendole "inaccettabili" e minacciando sanzioni.

"Alcuni stati membri hanno registato cyberattività dannose, denonimate collettivamente Ghostwriter, associate alla Russia", ha dichiarato in una nota l'Alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell. "Queste attività sono inaccettabili perché tentano di minacciare la nostra integrità e la nostra sicurezza, i valori e i principi democratici, e il funzionamento fondamentale delle nostre democrazie, consentendo disinformazione e manipolazione delle informazioni".

Gli attacchi sono stati rivolti contro parlamentari, uomini politici, funzionari e giornalisti, con l'accesso ai sistemi informativi e ai dati personali di questi soggetti. Il governo tedesco ha accusato i servizi segreti russi di aver attaccato con mail di "phishing" i parlamentari tedeschi nel tentativo di influenzare le elezioni politiche di domenica.

"Esortiamo la Federazione russa ad aderire alle norme di comportamenti responsabili degli Stati nel cyberspazio. L'Ue ritornerà sulla questione nelle prossime riunioni e stabilirà se prendere delle nuove misure", ha aggiunto Borrell.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli