Ue: Draghi, 'oggi appare che siamo tutti europei, enorme differenza rispetto a prima'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 giu. (Adnkronos) – "Sentendo tutti i vostri interventi, appare che oggi siamo tutti europei. Se si confronta l'atmosfera oggi con quella di 5, 6 mesi fà, per non parlare di un anno fà, prima del Pnrr, si vede una enorme differenza". Così il premier Mario Draghi nella replica al Senato. "C'è' maggiore riconoscimento dell'Europa come entità di riferimento".

"Ma perchè? Questo senso di una maggiore appartenenza all'Ue da parte nostra, trova rispondenza anche nei Paesi membri" nella consapevolezza che "una sfida di queste dimensioni non si può affrontare da soli, ma insieme. Infatti appena chiesto di mettere all'ordine del giorno del Consiglio il tema immigrazione, la risposta è stata subito sì, e questo non va a credito di chi lo ha chiesto ma" è frutto della "consapevolezza" che si tratta di una "sfida sovranazionale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli