**Ue: Draghi, 'possibile cambiare Trattati, è l'ora dell'Europa e dobbiamo coglierla'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Washington, 12 mag. (Adnkronos) – "Le scelte che l'Ue deve affrontare sono brutalmente semplici. Possiamo essere padroni del nostro destino o schiavi delle decisioni degli altri". Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, ricevendo il premio come Distinguished international leader dall'Atlantic Council a Washington. Il premier ha snocciolato le sfide che il Vecchio Continente ha davanti a sé: "dovremo razionalizzare la nostra spesa per la difesa, evitando inefficienze e duplicazioni; accelerare la transizione energetica; rilanciare la ripresa economica; affrontare le disuguaglianze di vecchia data e nuove. Queste trasformazioni radicali richiedono un cambiamento nelle nostre istituzioni e possono richiedere cambiamenti nei nostri Trattati fondatori. Dobbiamo ricordare l'urgenza del momento, l'entità della sfida. Questa è l'ora dell'Europa e dobbiamo coglierla. Ciò che mi rende ottimista è che sappiamo di non essere soli. In un momento di profondo cambiamento, alcune cose rimangono le stesse. Lo stretto rapporto tra l'Ue e gli Stati Uniti. Quel legame senza tempo che ci rafforza entrambi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli