Ue, Fi: ministro fontana ancora senza deleghe, Conte agisca in fretta

Pol/Luc

Roma, 25 lug. (askanews) - "Sollecitiamo il presidente del consiglio Conte a procedere con la massima urgenza al conferimento delle deleghe, possibilmente di peso, al neo ministro per gli affari Ue Lorenzo Fontana. Ad oggi, quella di Fontana è solamente una nomina, nei fatti abbiamo un ministro azzoppato, impossibilitato ad agire".Lo affermano, in una nota congiunta, i deputati di Forza Italia in Commissione Politiche UE: Alessandro Battilocchio, Patrizia Marrocco, Guido Pettarin, il capogruppo Cristina Rossello, Andrea Ruggieri, Elvira Savino, Cosimo Sibilia, Simona Vietina.

"Già l'ex ministro Paolo Savona - sottolineano - ha inciso ben poco in sede europea, uscendo poi dal Governo con una posizione critica, di assoluta insoddisfazione per l'isolamento e la mancanza di ascolto da parte dei suoi colleghi dell'Esecutivo. Non vorremmo possa accadere la stessa identica cosa: in questo momento in particolare l'Italia ha assoluta necessità di essere presente in Europa per difendere gli interessi del nostro Paese. Occorre dialogare per poter perseguire una crescita più consistente e uno sviluppo dell'occupazione in un'economia che deve essere sorretta dall'Europa. "In campo europeo - proseguono - è sempre importante, per il bene delle istituzioni, essere presenti e partecipi. Va costantemente tenuto presente che le istituzioni della nostra Repubblica hanno bisogno di un clima di fattiva collaborazione con l'Europa, per decisioni sollecite e tempestive e per un buon andamento della vita nazionale. Per questo ribadiamo la richiesta al premier Conte di affidare quanto prima le deleghe al ministro Fontana, nominato ormai il 10 luglio scorso. Non possiamo più attendere", concludono i deputati azzurri.