Ue, Galizia (M5s): necessaria tassa su transazioni finanziarie

Pol-Afe

Roma, 16 giu. (askanews) - "Si fa sempre più urgente il bisogno di inserire una tassa sulle transazioni finanziarie, norma avanzata sin dal 2011 e oggi fortemente sostenuta dal Parlamento Europeo, eppure la Commissione non sembra intenzionata a muoversi in tale direzione. Come se non si avesse il coraggio di rinnovarsi fino in fondo e di inserire una misura che andrebbe a contrastare finalmente la speculazione finanziaria. Come ha sottolineato oggi in audizione il fiscalista Falsitta, quel che manca è la volontà politica: c'è l'imbarazzo di andare a colpire alcuni attori potenti sul mercato ma finché ciò non accadrà non potremo mai centrare l'obiettivo di un'Europa più giusta e solidale". Lo dichiara in una nota Francesca Galizia, deputata del Movimento 5 Stelle e capogruppo in commissione Politiche Ue a margine delle audizioni che si stanno svolgendo in giornata.

"Una delle principali raccomandazioni della Commissione europea all'Italia, contenuta nelle raccomandazioni specifiche Paese pubblicate lo scorso maggio, ricomprende quella di migliorare l'efficienza del sistema giudiziario e l'efficacia della pubblica amministrazione - ricorda -. In tal senso stiamo lavorando per un rafforzamento della pubblica amministrazione, del sistema giudiziario e del quadro anticorruzione dell'Italia, per assicurare che le azioni adottate per affrontare l'emergenza e sostenere la ripresa economica non vengano rallentate nella loro attuazione. Non ci faremo trovare impreparati", conclude la nota.