Ue, Gelmini: serve commissione parlamentare per Recovery plan

Pol-Afe
·1 minuto per la lettura

Roma, 21 lug. (askanews) - "L'Italia ha ottenuto un risultato importante che carica sulle spalle di un'intera classe dirigente e non solo del governo pro-tempore, una enorme responsabilità. La quantità di risorse destinate al nostro Paese è il risultato della profondità delle cicatrici che la pandemia ha lasciato sul nostro tessuto sociale ed economico. E non possiamo dimenticare che si tratta in larga parte di prestiti, che andranno ad accrescere il pesantissimo fardello del debito pubblico italiano. Finiti i festeggiamenti di rito, il presidente del Consiglio Conte dovrà uscire dalla modalità 'uomo solo al comando' e fare una seria autocritica sul sistematico esautoramento del Parlamento e delle opposizioni finora praticato, perché il difficile comincia ora. Quell'atteggiamento ha portato all'impiego di 80 miliardi di euro di nuovo indebitamento senza incidere realmente sulle prospettive di ripresa del Paese: ora l'imperativo categorico è non sprecare questa ulteriore occasione e ascoltare il Parlamento, i corpi intermedi, la società civile. Per questo proporremo l'istituzione di una Commissione speciale bicamerale per il Recovery Plan: ci aspettiamo stavolta una reale condivisione ed un concreto approccio bipartisan all'altezza dell'importanza della sfida". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.