Ue, Giacomoni (Fi): rischia di implodere e governo non ha un piano b

Pol/Vlm

Roma, 19 giu. (askanews) - "L'esito disastroso del vertice tra i leader dei Paesi europei per dare forma e sostanza agli aiuti comunitari post Covid-19 deve indurre a una seria riflessione sul futuro dell'Unione. Se la soluzione pi auspicabile sarebbe un rafforzamento, con la nascita degli Stati Uniti d'Europa, le miopi scelte nazionaliste di alcuni Paesi rischiano di far tornare indietro le lancette della storia di numerosi lustri. E di fronte a uno scenario simile emerge con tutta evidenza la mancanza di autorevolezza del nostro governo, che non in grado di farsi ascoltare n rispettare in Europa, semplicemente perch non ha una posizione chiara e forte". Cos, in una nota, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza di Forza Italia e vice presidente della Commissione finanze di Montecitorio.

"In questa situazione - continua - un governo degno di questo nome e in grado di governare veramente, non avrebbe perso 10 giorni di tempo con gli Stati generali, ma si sarebbe chiuso 10 giorni in Parlamento per un serio confronto tra tutte le forze parlamentari per addivenire a un accordo concreto, sostenuto da tutti, varando un piano nazionale di riforme condivise e non pi rinviabili, che potesse rafforzare il ruolo ed il peso dell'Italia in Europa. Conte, invece, ha preferito lo show e le passerelle al confronto e al voto in parlamento, finendo per andare nudo ed impreparato in Europa. Forza Italia pronta a fare la sua parte con coerenza e responsabilit, ma cos non si pu pi andare avanti".