Ue, Giammanco: su immigrazione e Turchia conte abbia più coraggio

Pol/Gal

Roma, 16 ott. (askanews) - Sugli accordi sull'immigrazione, il Mezzogiorno e la posizione italiana rispetto alla questione turca "il Governo e il presidente Conte devono avere più coraggio". Così la senatrice di Forza Italia, Gabriella Giammanco nel coso del dibattito sul prossimo consiglio europeo in corso al Senato. "L'accordo di Malta pur se presentato da questo Governo con toni trionfalistici come una grande conquista è invece l'ennesimo palliativo".

Per Giammanco "i destinatari dell'accordo saranno solamente i migranti soccorsi dalle navi che chiederanno un porto sicuro, non quelli che arrivano autonomamente, vale a dire la maggioranza. I numeri parlano chiaro: quest'anno su 6500 approdi, più di 5000 fanno parte della seconda categoria. Quest'accordo, quindi, rischia di incentivare i rapporti sottobanco fra scafisti e ong, che realisticamente inizieranno a fare il pieno di migranti. E' assolutamente necessario che l'Italia si faccia promotrice di una soluzione che superi il meccanismo dell'adesione volontaria. Se ciò non fosse possibile serviranno perlomeno meccanismi sanzionatori per i Paesi che si rifiuteranno di aderire all'accordo".

Sul Mezzogiorno "che il suo governo ha colpevolmente dimenticato - ha aggiunto Giammanco - occorre un sostegno concreto per risollevare l'economia di quest'area e per permetterle di superare il suo gap con il resto del Paese". Quanto alla situazione turca, la parlamentare azzurra "è necessario imporre sanzioni severe alla Turchia del dittatore Erdogan, che tanti passi indietro ha fatto compiere al suo Paese sul fronte della laicizzazione, dei diritti e della libertà"