Ue inserirà Sberbank e Ceo russo azienda metalli in black list

Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF)

BRUXELLES (Reuters) - L'Unione europea è pronta ad aggiungere Sberbank la maggiore banca russa, e il Ceo del colosso di zinco e rame Ummc alla lista nera di persone e aziende accusate di sostenere l'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca, secondo una bozza di documento visionata da Reuters.

La nuova lista di 48 funzionari e nove società da inserire nella lista nera, redatta dal servizio dell'Ue per gli affari esteri, comprende anche i leader del club motociclistico Night Wolves, attori, politici, il vice capo del servizio di sicurezza russo, familiari di oligarchi sanzionati e militari.

L'aggiunta di Sberbank alla black list congelerebbe gli asset della banca in Occidente e bloccherebbe completamente le sue transazioni, ad eccezione delle operazioni finanziarie per il commercio di cibo e fertilizzanti, ha spiegato un funzionario dell'Ue a Reuters.

Il più grande istituto di credito russo era già stato escluso dal sistema di messaggistica bancaria Swift.

Il Ceo del gigante dello zinco e del rame Ummc, Andrei Kozitsyn, è stato inserito nella lista nera perché, in qualità di importante uomo d'affari russo, è ritenuto "coinvolto in settori economici che forniscono una sostanziale fonte di profitti al governo", si legge nel documento.

La decisione, che dovrebbe essere adottata domani, porterebbe a 1.229 il numero totale di persone inserite nella lista dell'Ue in relazione alla guerra in Ucraina aumentando a 110 il numero di aziende inserite nella lista.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli