Ue a Israele: stop a demolizione case palestinesi

vgp

Roma, 22 lug. (askanews) - "In linea con la posizione di vecchia data dell'UE, ci aspettiamo che le autorità israeliane mettano immediatamente fine alle demolizioni in corso", ha detto in una nota la responsabile della politica estera della Ue Federica Mogherini. "La politica di insediamento di Israele, comprese le misure adottate in questo contesto, come trasferimenti forzati, sfratti, demolizioni e confische di case, è illegale secondo il diritto internazionale", ha spiegato la portavoce della Mogherini Maja Kocijancic.

"La continuazione di questa politica mina la vitalità della soluzione dei due stati e la prospettiva di una pace duratura. Ciò compromette seriamente la possibilità che Gerusalemme diventi la futura capitale dei due stati ", ha affermato. "Le autorità israeliane hanno demolito 10 edifici palestinesi, contenenti circa 70 appartamenti, a Wadi al-Hummus, nel quartiere di Sour Baher nella parte est di Gerusalemme occupata", ha detto la portavoce.

"La maggior parte degli edifici si trova nelle aree A e B della West Bank, dove, secondo gli Accordi di Oslo, tutte le questioni civili sono sotto la giurisdizione dell'Autorità Palestinese", ha continuato la portavoce.